Toulouse-Lautrec ai tempi di youporn

Ci siamo mai chiesti, in fondo,chi siamo io e te … io che mi sveglio con la mano umidiccia e calda e con i sensi di colpa che mi distruggono, tu così lontana e inafferrabile se non per un solo, eterno, momento. No. Non sappiamo bene nemmeno se vogliamo sapere per davvero chi siamo né cosa o perchè siamo qui e solo qui, in questo angolo di mondo, in questo attimo di storia. Ed è per questo che siamo qui ora e per sempre. Io con la mano tremante, tu distesa a fissare il vuoto. Tu che fino ad un minuto prima, ma tanto fa un minuto un mese un anno, sostavi e fremevi sul corpo di lui, lui che nemmeno mi conosce, e mi guardavi.
Io che ti ho voluto mia per sempre. Non m’importa chi tu sia stata, non so nemmeno il tuo nome. Domani o già tra qualche ora il tuo posto ancora caldo sarà occupato da qualche altra … forse il tuo corpo, forse quella tua maniera prendere e possedere mi ha spinto avidamene a desiderarti, lo sguardo e l’intensità dei tuoi gesti, ma ora sono tutti in me e difficilemente tra le centinaia che passerò a rassegna troverò un sorriso come il tuo, nessuna mi darà un momento intenso come quello che mi hai lasciato tu.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in seppioline

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...